Luoghi della cultura

Il tema di ricerca

Per Luoghi della Cultura si intende una vasta gamma di “luoghi” in senso ampio, che comprende luoghi fisici e istituzionali, edifici veri e propri, spazi aperti, luoghi che storicamente vengono riconosciuti come contenitori di funzioni culturali e luoghi che sono saltuariamente e solo in occasioni speciali, utilizzati come tali o ancora luoghi che solo potenzialmente si suppone potrebbero diventare sede di eventi culturali.
Nell’uso comune si intende che  musei, monumenti, aree archeologiche, archivi, biblioteche, teatri e edifici per lo spettacolo, siano luoghi deputati allo svolgimento delle attività culturali, tutti quei luoghi che custodiscono il patrimonio artistico, ma ne fanno parte anche quei luoghi che ne rappresentano l’identità, sia essa scientifica o tecnica e gli spazi che portano i segni di una storia densa, che testimoniano le trasformazioni subite dalla città e ne conservano in qualche misura la memoria e che a causa di questa valenza simbolica/affettiva diventano sedi di eventi e di importanti trasformazioni.
L’analisi della vita culturale di una città e di un territorio non può prescindere dunque dall’indagine sui luoghi fisici in cui si svolge e che portano i segni di attività passate.

Il confronto intorno a questi temi e l’indagine critica sulla storia dei luoghi, può portare ad una maggiore esplicitazione dell’identità dei luoghi e a costruire scenari futuri consapevoli, volti ad una tutela del patrimonio che consenta alla città di viverli e conoscerli con la dovuta attenzione e sensibilità.
Queste analisi devono avvenire in molteplici forme e da vari punti d’osservazione, se si vuole arrivare ad un risultato necessariamente complesso e variegato, che contempli lungo il suo processo gli elementi culturali radicati nel territorio e le immagini che la città ha offerto di se stessa nel tempo.

La ricerca in questione, affronta questi temi da tre punti di vista differenti: quello storico, nei termini di analisi specifica e sistematica di un arco di tempo definito e degli avvenimenti che lo hanno interessato, nell’ambito della nascita-trasformazione delle istituzioni culturali, quello sociologico, indagando temi che stanno a metà tra la storia dei fatti e la percezione dell’uomo che la vive, temi che si interrogano intorno al rapporto tra uomo e città e quello spaziale, nei termini di uno studio critico dei luoghi e delle loro trasformazioni nel tempo, attraverso diversi strumenti di osservazione della realtà che consentano l’indagine di ipotesi volte al futuro.